Come contribuire


Il gruppo SLAITALIA è attivo nella raccolta fondi a favore della ricerca italiana contro la SCLEROSI LATERALE AMIOTROFICA.

Si può contribuire in molti modi, impegnando il proprio tempo in associazioni di volontariato, aiutando chi si conosce, oppure dando del denaro a chi ne farà un uso mirato per aiutare gli studi sulla malatia.

Ogni cosa è apprezzata.

 

VERSAMENTI

Ma se volete donare del denaro potete farlo seguendo le istruzioni riportate su questa pagina.

Per donazioni ad AISLA ONLUS Vi preghiamo di voler seguire le istruzioni che troverete a partire da questo link del sito di AISLA

 

CONTRIBUTI AISLA



5X1000

E vi ricordiamo il 5x1000, utilizzate questo codice Fiscale AISLA per far arrivare comunque il Vs. contributo.

Segnate nell'apposito spazio della dichiarazione dei redditi il codice fiscale qui sotto indicato.


CODICE FISCALE AISLA: 91001180032

 

Detraibilità

 

Non dimenticate che i contributi sono detraibili

Lo scorso 13 maggio, l’Aisla Onlus ha ottenuto il riconoscimento dalle Autorità competenti e l’iscrizione all’Anagrafe Onlus, presso l’Agenzia delle Entrate – Direzione Regionale del Piemonte. Pertanto, le liberalità in denaro o in natura, erogate da persone fisiche o da enti soggetti all’imposta sulle reddito delle società a favore dell’Aisla Onlus, potranno fruire dei seguenti benefici fiscali, a condizione che il versamento sia eseguito tramite conto corrente bancario o conto corrente postale dell’Associazione.

Secondo il D.L. n. 35 del 14/3/2005 (convertito in Legge n. 80 del 14/5/2005) le persone fisiche e le aziende che hanno scelto di fare una donazione a favore dell'AISLA Onlus possono dedurre da reddito la somma versata nel limite del 10% del reddito dichiarato e comunque nella misura massima del 70.000,00 Euro l'anno.

Per le persone fisiche:
si è passati dunque dal precedente sistema di detrazione d’imposta (pari al 19% della donazione fino ad un massimo di euro 2.065, 83) all'attuale sistema di deduzione dal reddito imponibile.

Per le aziende:
è rimasto il sistema delle deduzioni ma sono stati elevati i limiti massimi.
Le aziende, infatti, prima potevano dedurre la la donazione nel limite del 2% del reddito imponibile o fino a 2.065, 83 euro. Ora, invece, possono scegliere la soluzione a loro più conveniente tra la deduzione del 10%, con limite massimo di 70.000 euro e quella prevista dall'art. 100, comma 2, lettera H, del Testo Unico delle Imposte sui Redditi (D.P.R. 917/86) ovvero la deduzione fino al 2% del reddito dichiarato senza alcun limite massimo.

La documentazione dei versamenti effettuati deve essere tenuta a disposizione per eventuali controlli ed è costituita dal bollettino di conto corrente postale o dalla lettera di addebito della banca – Decreto Legislativo 9 luglio 1997, n. 241 art.23.