TELETHON con Antonio Tessitore

 

 

Antonio Tessitore a Telethon la sera di venerdì 14 Dicembre 2007
Da venerdì 14 a domenica 16 dicembre - in collegamento con le maggiori piazze italiane - le trasmissioni radiofoniche e televisive delle reti RAI saranno impegnate nella Maratona Telethon 2007, la più importante raccolta fondi televisiva italiana dedicata alla ricerca scientifica contro le malattie genetiche. In occasione della diciottesima edizione di questa manifestazione parteciperanno alle trasmissioni molte persone che affrontano o hanno affrontato queste patologie, raccontando le difficoltà della propria vita ma anche le speranze che continuano ad accompagnarle. Accanto a loro, alcuni ricercatori che spiegheranno al pubblico i tanti aspetti che caratterizzano le malattie genetiche.

In particolare venerdì 14 dicembre (ore 23.30) sarà protagonista su RAI Due Antonio Tessitore, socio e amico della Sezione AISLA di Napoli, che accompagnato dal ricercatore Maria Teresa Carrì racconterà la propria storia e sul quale sarà anche mandato in onda un cortometraggio.

La storia di Antonio

Antonio non ha mai mollato. Nella sua vita ha dovuto affrontare varie delusioni, ha sofferto molto, ma continua a essere generoso e altruista. Fino all’età di 26 anni ha lavorato tanto: ha fatto il fabbro, il benzinaio, il controllore di autobus, ha lavorato per un’agenzia assicurativa. Poi, in seguito a un trauma, si accorge che l’indice della mano sinistra è bloccato e, dopo vari accertamenti, scopre la sua malattia, la sclerosi laterale amiotrofica.

Adesso Antonio ha 30 anni, vive con i suoi genitori a Villa Literno, in provincia di Caserta, e si muove con una carrozzina elettrica. Il Comune è riuscito da poco a comprargli un computer che permette di comunicare con il movimento degli occhi, ma lui spera di non doverlo usare mai.

La forma di SLA che lo ha colpito, infatti, lo costringe a una morte lenta e inesorabile, ma lui crede molto nella ricerca e, solo lo scorso anno, è riuscito a raccogliere nel suo paese oltre seimila euro da devolvere a questo scopo. Vorrebbe che si trovasse una cura per questa malattia, che lui definisce ‘malvagia’. «Anche se non servirà per me - è il suo pensiero - potrebbe essere utile agli altri».

Per ulteriori informazioni:
Sezione AISLA di Napoli
Nadia De Gregorio
tel 338 2446301 (da lunedì a venerdì, ore 8-14)
aisla.napoli@libero.it

Padova, 11 dicembre 2007
Crizia Narduzzo
Per Ufficio Stampa
AISLA

Sabato 15 dicembre - Mario Melazzini scende in campo per la Maratona Telethon 2007

“Sulla Via di Damasco” RAI Due - ore 10.15

   

Il messaggio di Melazzini in occasione di Telethon 2007
"Sulla via di Damasco" - Sabato 15 Dic. - Rai 2

Sabato 15 dicembre, durante la trasmissione televisiva di approfondimento spirituale "Sulla Via di Damasco" in onda ogni settimana su RAI Due alle ore 10.15, verrà trasmessa un'intervista al presidente nazionale dell'AISLA Mario Melazzini realizzata dai due registi del programma nel corso di un recente convegno.

Questa importante iniziativa si inserisce nell'ambito di Telethon 2007, la Maratona televisiva che si svolgerà - con la consueta diretta sulle reti RAI - proprio nei giorni 14, 15 e 16 dicembre prossimi.

America - Case per ammalati di SLA

Costruite apposta per essere case in cui l'ammalato di SLA può vivere a suo agio e sentirmi minimamente indipendente, ecco le nuove case americane che propongono nuove possibilità agli ammalati.

   

Le case sono costruite senza ostacoli architettonici, dotate delle più moderne tecnologie e quanto di meglio offre la tecnica per poter sopportare al meglio il disagio della malattia.
Anche la doccia, tutto è pensato per faciliate il lavoro ai Caregivers, ovvero a coloro che si occupano di prestare le cure ai loro cari.
Potremmo fare altrettanto in Italia ?
Sicuramente sì con persone con un pò di coraggio e amministratori dotati della necessaria lungimiranza.

 

La comunicazione per gli ammalati di SLA

   

Lo stato dell'arte nella comunicazione per gli ammalati di SLA, il video purtroppo come il precedente è in inglese, ma si capisce bene quali sono gli strumenti utilizzati, alcuni sono commercializzati anche in Italia.
l'HEAD MOUSE, il MOUSE A SOFFIO sono mostrati chiaramente per l'uso che ne si può fare, l'uso di comunicatori con sintetizzatori e joystick.
Alcuni sono gratuiti e sono mostrati nella nostra sezione TECNOLOGIE.